(I Can’t Get No) Satisfaction

(I can't get no) Satisfaction recensione

Era il 12 Giugno 1965, come di costume dell’epoca, in vista dell’uscita del loro terzo LP, i Rolling Stone presentavano un brano in versione “Single”.
Era un brano che aveva creato alcune discussioni all’interno del groppo, infatti, pare che Keith Richards, ideatore del riff principale, ne volesse una versione più soul, ma il manager e produttore Andrew Loog Oldham, supportato dal resto del gruppo, decise di lanciare le versione più “rocchettara” con la chitarra distorta e senza fiati di supporto.
Nasceva così un brano che la rivista Rolling Stone pose al secondo posto tra le più belle canzoni del Rock di tutti i tempi Billboard e VH1 addirittura la collocarono in vetta alla classifica.
A Luglio dello stesso anno, l’album Out of Our Heads, veniva presentato con etichetta London negli usa e Decca in UK.

Qualità tecnica: 7 (versione mono: 8)

Qualità artistica: 9

Discoteca Rock: immancabile

Discoteca generica: fortemente consigliato


marco